lunedì 24 luglio 2017

Che cos'è l'amore, Giacomo Dacquino (recensione)

Che cos'è l'amore? Cosa vuol dire avere la capacità di amare? In realtà occorre subito chiarire che esistono almeno due tipi fondamentali di affettività: esiste l'amore per se stessi, l'amore intrapsichico, che nel suo senso più profondo, equilibrato e armonico, assume il significato di capacità di auto conoscenza, accettazione di sé; ed esiste l'amore relazionale, cioè quello verso gli altri, nelle sue molteplici varianti, dal versante sessuale a quello oblativo e spirituale. Quello che molti non prendono in considerazione è che l'amarsi e l'amare sono strettamente collegati. La disistima o, al contrario, l'ipervalutazione del proprio essere provocano infatti seri scompensi che non possono non riflettersi sulla vita di relazione, causando conflittualità e comportamenti sbagliati. In definitiva, se riuscissimo a conoscerci profondamente potremmo amare meglio noi stessi e gli altri. Soltanto amandosi infatti è possibile stringere relazioni mature e soddisfacenti, sia sotto il profilo affettivo che su quello sessuale. In questo volume vengono analizzati motivazioni e comportamenti immaturi e maturi dell'amarsi e dell'amare. Focalizzando tutti quegli aspetti che hanno un'effettiva rilevanza nella vita quotidiana, il libro permette al lettore di intraprendere un vero e proprio viaggio alla scoperta di sé e degli altri, fino alla consapevolezza che soltanto accettandosi pienamente si possono creare condizioni di esistenza e di rapporti interpersonali veramente congeniali.






Libro:Che cos'è l'amore
Autore:Giacomo Dacquino
Casa Editrice:Mondadori
Costo:10,50
Pagine:313
Dove comprarlo: Feltrinelli, Mondadori o Amazon
Consigliato: Assolutamente si

Chi è Giacomo Dacquino:
Medico, psichiatra, psicoterapeuta e docente universitario, esercita la professione a Torino, dove vive. È stato allievo e collaboratore di Silvano Arieti al New York Medical College, docente presso la facoltà Teologica di Torino, l'università Pontificia Salesiana, la facoltà di Medicina e chirurgia dell'università di Pavia. Relatore in congressi nazionali e internazionali, è autore di oltre duecento pubblicazioni di psichiatria, sessuologia e psicoanalisi e ha scritto numerosi libri tra cui, editi da Mondadori: "Che cos'è l'amore. L'affetto e la sessualità nel rapporto di coppia" (1994), "Paura d'amare. Come evitare e superare i fallimenti affettivi" (1996), "Legami d'amore. Come uscire dall'isolamento affettivo" (1997), "Credere e amare" (1998; premio speciale del presidente della Repubblica assegnatogli dalla giuria del premio Soldati), Bisogno d'amore (2002), "Seduzione" (2004), "Relazioni difficili" (2006), "Soldi, sesso e sentimenti" (2008), "Dove incontri l'anima" (2011) e "Impara a dire Ti amo" (2013). Per la sua opera scientifica nel 2000 è stato insignito del Premio Speciale del Presidente della Repubblica.
La mia opinione: Questo non è semplicemente un libro è un manuale, sull'amore sull'affettività, sulla sessualità, è uno di quei libri che bisognerebbe avere come libro di testo a scuola, perchè l'affettività, l'amore sono cose che forse  bisognerebbe insegnare. Questo libro è un viaggio alla scoperta di se stessi e degli altri, è traboccante di concetti, ogni pagina insegna, è difficile definire un libro come questo, perchè è uno di quei pochi libri che insegna e ti cambia, ti fa scoprire, ti dà gli strumenti per amarti comprenderti fino infondo. Un libro da leggere ad ogni età e da rileggere più volte nel corso della vita. Non vi citerò alcune parti del libro perchè questo libro è tutto importante, perchè educare all'amore, all'amarsi è di fondamentale importanza per una vita serena e piena.
Spero che la recensione vi possa essere utile.

"L'unico vero modo per essere liberi è  la conoscenza" 

A presto

Concetta




Haul aquisti cosmesi

Ciao a tutte\i qualche giorno fa sono andata dalla mia bioprofumeria qui a Genova e ho comprato un pò di cosine, se vi interessa qualcosa i particolare, vi faccio la recensione.
Ma passiamo agli acquisti:



Fatemi sapere se anche voi avete o vorreste questi prodotti :)

Un bacio

A presto

Concetta

martedì 11 luglio 2017

DREAMY MATTE LIQUID LIPSTICK - ROSES (recensione)

I rossetti liquidi dei nostri sogni sono finalmente diventati realtà! Altamente pigmentata e 100% vegan, la formula scorre fluida sulle labbra e si asciuga in un finish completamente matte che resta morbido ed elastico. No-transfer, non-sticky, dura per ore e ore!
I Dreamy Matte Liquid Lipstick renderanno glamour ed irresistibili le tue labbra.
• Contiene burro di karité per preservare la naturale idratazione delle labbra.
• Delicatamente profumato di cocco e vaniglia.
• Dermatologicamente testato.
• Formulato per ridurre al minimo il rischio di allergie.





Altri colori presenti in gamma



Aspetto:Liquido\cremoso
Formato: 3 ml
Prezzo: 14.90€
Prodotto in:Italy
Finish:Matte
Reperibilità:nablacosmetics.com
Consigliato:Si

Ciao ragazze\i da poco Nabla è uscita con la sua collezione di Rossetti liquidi Matte, io è già da un po che possiedo Roses  è finalmente vi parlo della mia esperienza con questa tinta Nabla.
Partirei dall'applicatore davvero molto comodo, sembra un rossetto normale, grazie alla punta la stesura della tinta risulta davvero facilissima, l'odore è meraviglioso almeno a me piace tantissimo è davvero dolce, si stende facilmente e si asciuga abbastanza in fretta è diventa matte, inoltre non ostante sia una tinta per labbra non secca le labbra per nulla, è molto confortevole, non ha bisogno di una matita contorno labbra perchè la tinta rimane  ferma senza andare in giro anche dopo molte ore dal'applicazione
La durata,a me personalmente se non mangio, dura 5 ore  senza muoversi e rimane perfetta , però se magio o  bevo tende al centro a sbiadirsi.
Insomma a me è piaciuta abbastanza,anche la colazione che è perfetta per tutti i giorni,è davvero un bellissimo rosa però il colore poi si sa è una cosa molto soggettiva.
Fatemi sapere anche voi come vi siete trovate se volete .
Ciao a presto :)
Concetta

Ombretto in crema, Christine, Nabla

Ombretti in crema waterproof a lunga tenuta dal colore pieno ma modulabile. Il prodotto si sfuma facilmente in un finish puro e vibrante che non si deposita tra le pieghe durante la giornata. La formula né troppo dura né troppo morbida permette di prelevarne la giusta quantità per un'applicazione facile da gestire.
La consistenza dei Crème Shadow consente di applicare il prodotto anche in modo definito e la formula fast dry li rende ideali come eyeliner.
Sono pensati per realizzare in pochi minuti un makeup professionale che dura tutta la giornata.
• Contiene ingredienti volatili per una tenuta estrema e waterproof.
• Dermatologicamente testato.
• Formulato per ridurre al minimo il rischio di allergie.












Aspetto:  Cremoso
Formato:5 ml
Prezzo:11,50 € circa
Prodotto in Italia
Certificazioni:No
PAO: 6 Mesi
Reperibilità: BioProfumeria della vostra città o nablacosmetics.com
Consigliato:Assolutamente Si




Ciao a tutte\i, oggi vi vorrei parlare di uno dei mie ombretti in crema preferiti, il famosissimo Christine di Nabla, adoro il colore di questo prodotto, è perfetto da mettere su tuta la palpebra mobile per un make up leggero e luminoso da tutti i giorni.
Adoro la sua durata, a me dura tutto il giorno senza spostarsi di una virgola, non mi ha mai dato problemi di irritazione, questo colore è davvero meraviglioso, si stende molto facilmente anche solo grazie alle dita e si asciuga abbastanza velocemente.
Davvero un ottimo prodotto.

Fatemi sapere anche voi come vi siete trovate se volete .
A presto :)

Concetta

venerdì 19 maggio 2017

Yiruma....passione pianoforte

Ciao tutti\e oggi vi vorrei parlare di un' altra mia passione: il pianoforte.
Più che un altra passione vi vorrei parlare di uno dei mie compositori preferiti. Yiruma.



Per chi non concesse Yiruma:è nato e cresciuto in Sud Corea ma è stato educato in Inghilterra. Ha iniziato a studiare pianoforte all'età di 5 anni. Nel 1988 si è trasferito in Inghilterra, Si è laureato alla Purcell School di Londra nel luglio 1997, e in seguito al King's College dell'Università di Londra nel giugno 2000.
Yiruma è conosciuto in tutto il mondo. Alcuni dei suoi pezzi più famosi sono Kiss the RainMaybe e River Flows in You, Love me e May be.
Ma non voglio fare questo post per parlare della vita di Yiruma, ma vorrei parlare di quello che trasmette la sua musica, almeno a me personalmente partendo dalla sua composizione più famosa e più bella che vi invito ad ascoltare.




Credo di aver ascoltato questo pezzo più di mille volte eppure non mi stanca mai, non mi stufo di sentirlo e di risentirlo, la dolcezza di questo brano il senso di amore profondo è qualcosa di unico e, almeno a me, da un senso profondo di benessere, Yiruma stesso definisce questo pezzo "il miglior pezzo della mia vita".







Questo è un altro dei miei pezzi preferiti è intitolato "Destiny of love" è anche su questo pezzo  potrei scrivere una bibbia, ma vi invito  nuovamente ad ascoltare il pezzo perchè forse a parole è difficile descrivere certe emozioni che solo un brano come questo può dare.
Anche questo è un brano molto dolce e delicato come River flows in you, Yiruma in questo pezzo mi trasmette un senso i dolce benessere ma forse un po più malinconica del precedente ma comunque sempre delicatissimo.




E come ultimo pezzo, non per importanza, vorrei parlarvi di questo magico pezzo intitolato "Moonlight", dolcissimo, malinconico e allo stesso tempo pieno di speranza, questo pezzo è difficile da spiegare, e io che non sono esperta di musica forse non riesco a descrivere al meglio il pezzo, spero che l'ho ascolterete  e che vi piacerà quanto piace a me.


Questa rubrica non è stata creata per parlare della vita dell'artista o dei suoi lavori, ma per condividere con voi i pezzi più belli secondo me e cosa trasmettono, di questi  compositori,
Fatemi sapere anche voi se vi piacciono i pezzi scelti e se mai conoscete  Yiruma quali sono i vostri prezzi preferiti

 A presto

Con affetto

Concetta



lunedì 5 settembre 2016

Dick Swaab- Noi siamo il nostro cervello: come pensiamo, soffriamo e amiamo

Ciao a tutte ragazze\i premetto che è la prima volta che recensisco un libro, quindi se la recensione non sara perfetta perdonatemi ma spero comunque vi possa essere utile, detto questo iniziamo:

Come è fatto un cervello innamorato? Si può ridere senza emozioni? Perché amiamo (oppure odiamo) lo sport? Esiste davvero il libero arbitrio?Con che modalità il cervello regola i nostri processi fisiologici, nonché emozionali e patologici? Perché durante l’adolescenza i comportamenti sociali subiscono un’impennata di aggressività? Come la testa programma l’invecchiamento, quali evoluzioni ha subito, quanto influiscono sul suo funzionamento alterato dipendenze o malattie quali la schizofrenia? per dirla più prosaicamente — tanto almeno una volta nella vita ce lo siamo chiesti tutti —: come  fa questa macchina di un chilo e mezzo , progettata per adempiere a pluriprogrammi con elevati livelli di difficoltà, in parte esplorata ma non conosciuta a fondo, così ritorta su se stessa, divisa in cortecce le cui direttive sono espanse in tutte il corpo, con quella cifra spropositata di cento miliardi di neuroni, come fa, dicevo, a funzionare? A queste e a moltissime altre domande sulla natura umana risponde Dick Swaab, uno dei più importanti neurologi europei contemporanei, secondo il quale conoscere il cervello significa affrontare un viaggio alla ricerca di se stessi. Il nostro carattere, i nostri limiti e il nostro orientamento sessuale sono in gran parte già stabiliti durante la gestazione, ma innumerevoli sono le trasformazioni neurologiche che influenzano la nostra personalità fino alle ultime fasi della vita adulta. L'autore traccia così un quadro ampio e articolato degli influssi del cervello anche su territori inediti o insospettabili quali la moralità, la religiosità, il senso della giustizia e molti altri ancora, presentando per la prima volta in un volume unico i risultati delle sue quarantennali ricerche.













Libro:Noi siamo il nostro cervello, come pensiamo, soffriamo e amiamo
Autore:Dick Swaab
Casa Editrice:Castelvecchi
Costo:19,50
Pagine: 361
Dove comprarlo: Feltrinelli, Mondadori o Amazon
Consigliato: Assolutamente si



Autore:
Dick Swaab è stato direttore dell’Istituto Olandese di Ricerca sul Cervello dal 1978 al 2005, e dal 1979 è docente di Neurobiologia alla facoltà di Medicina dell'Università di Amsterdam. Nel 1985 ha fondato la Banca Olandese del Cervello (Netherlands Brain Bank), un archivio dati per le ricerche cliniche e neuropatologiche. È autore di articoli scientifici, e quello sulla transessualità, pubblicato nel 1995 sulla rivista «Nature», è stato selezionato come miglior articolo dell'anno. Ha svolto seminari presso la Anhui Medicai University a Hefei, la Capital University of Medicai Sciences di Pechino e la Stanford University. È professore emerito presso il Max Planck Institut fùr Psychiatrie a Monaco.

La mia opinione: Sicuramente uno dei libri più interessanti che io abbia mai letto, il libro è scritto in modo  scorrevole ed è facilmente capibile anche ai non addetti , alle persone come me che non sanno nulla ne di neurologia ne di medicina, è un libro senza peli sulla lingua molto scientifico che tra l'altro parla anche della religione, nel libro oltre alle argomentazioni sopra elencate si sviscerano altri aspetti come ad esempio la religione  ovviamente Swaab e ateo e se non volete diventarlo anche voi non so quanto questa lettura faccia per voi.
Swaab se volessimo dire in poche parole ciò che pensa ad esempio dell'omosessualità o della pedofilia: o è perchè hai un tumore o perchè nel tuo cervello qualcosa si è " guastato" e le tue connessioni o l'amigdala o altre parti non funzionano come dovrebbe,  e detta cosi suona anche male ma se vogliamo proprio metterla in due righe è cosi.

Ma vorrei citarvi delle parti più mi hanno colpita:

"Esiste una memoria fetale, per quanto riguarda il suono, le vibrazioni il gusto e l'olfatto, appare possible che roviniamo il cervello dei nostri figli non solo bevendo fumando o assumendo droghe ma anche guardando cattivi programmi televisivi. Si dovrebbe quindi prendere un bel libro ogni tanto e leggerlo a voce alta al feto nella speranza che la prossima generazione si avvicini alla lettura"

"Possedere convinzioni religiose offre consolazione e aiuto mente un ateo deve risolvere i suoi problemi senza aiuti "

"Si nasce con una diversa disposizione al comportamento aggressivo a seconda del sesso, del patrimonio genetico della quantità di nutrimento ricevuta attraverso la placenta e dall'assunzione da parte della madre di fumo alcool e medicinali durante la gravidanza. Le probabilità di mostrare un comportamento incontrollato antisociale aggressivo o criminale crescono durante la pubertà a causa dell'aumento della concentrazione di testosterone" 


Insomma davvero un libro completo che parla del nostro cervello nelle varie fasi della vita, dal concepimento, all'adolescenza  passando per la maturità celebrale e infine la vecchiaia con tutte le varie complicazioni Alzheimer, Parkinson ecc.., insomma un libro che meraviglia e non stanza, in cui ci si riscopre e si scopre come funziona il nostro cervello.


Spero che la recensione vi possa essere utile.

"L'unico vero modo per essere liberi è  la conoscenza" questo è il mio motto e  spero che possa lasciare anche a voi un pò della positività che trasmette a me.

A presto

Concetta





venerdì 2 settembre 2016

Terres Dorees, profumo (eau de toilette) alla Vaniglia

TERRES DOREES, rappresenta la novità provenzale nel segmento della profumeria selezionata, formulata con estratti ed olii essenziali naturali. Si tratta di una azienda artigianale a conduzione familiare, situata a Villefranche-sur-Mer sulla Costa Azzurra. Massima cura nella formulazione e nel confezionamento, garantiscono prodotti di elevata qualità. 











Aspetto:  Liquido
Formato:50 ml
Prezzo:25,00 € circa
Prodotto in Francia
Certificazioni:No
PAO: 12 Mesi
Reperibilità: Bioprofumerie o sul sito terres-dorees.com

Consigliato: Assolutamente si

La mia opinione: Amo questo profumo, ha un ottimo inci, dura tutto il giorno, non lo consiglio a chi non sopporta i profumi troppo dolci, io lo spruzzo la mattina prima di andare in università e al mio ritorno (pomeriggio tardi) l'odore è ancora presente,non irrita la pelle, spesso quando esco mi chiedono che profumo è perchè è dolce ma non fastidioso , io l' adoro!! Sicuramente quando finisce lo ricomprerò.

Fatemi sapere anche voi come vi siete trovate se volete .

A presto :)

Concetta

Che cos'è l'amore, Giacomo Dacquino (recensione)

Che cos'è l'amore? Cosa vuol dire avere la capacità di amare? In realtà occorre subito chiarire che esistono almeno due tipi fondame...