martedì 14 gennaio 2014

Eco?Bio?Vegan?....come si legge l'etichetta dei cosmetici?

INNANZITUTTO UNA PREMESSA:
  • Per avere una bella pelle bisogna innanzitutto imparare a leggere le etichette:

L'inci (International nomenclature cosmetic ingredient) è l'elenco di ciò che si trova  in un cosmetico, è molto importante imparare a leggerlo per poter capire cosa davvero ti stai mettendo sulla pella.
Gli elementi scritti in etichetta sono elencati in ordine decrescente di quantità: al primo posto troveremo l'elemento contenuto in percentuale maggiore e così via.


  • Cosa non deve assolutamente contenere una crema?
Petrolatum, mineral oil, parafinum liquidum.Essi sono i così detti petrolati che creano una vera e propria pellicola sintetica che soffoca la pelle,causa pori dilatati e piccole desquamazionispegnendo il colorito naturale della pelle.
Ciclometicone, dimethicone, sillossani , oil non oil. Essi sono i siliconi che disidratano la pelle irritandola.
E non dimentichiamoci dei polietilenglicoli (PeG), vasellina e Ammine (Dea, Tea, Mea, Mipa)


  • Pelle sensibile?Attenzione al Nichel.
Se si ha la pelle sensibile sono assolutamente da evitare i cosmetici con metalli pesanti e in particolare contenenti nichel, responsabile di molte allergie.Esso risulta particolarmente aggressivo  poiché si accumula sulla pelle e difficilmente si elimina. Se hai una pelle sensibile cerca di scegliere  prodotti testati dermatologicamente e privi di agenti potenzialmente irritanti quali il nichel.

ORA CERCHIAMO DI CAPIRE ALCUNI TERMINI CHIAVE:


  • Naturale al 100 %
Il termine indica una filosofia di vita .

  • Vegano
I cosmetici vegani non contengono sostanze di origine animale ma esclusivamente vegetale e non di derivazone chimica.

  • Cruelty free
Questo marchio è diventato obsoleto dal Marzo 2013 poiché nell'Unione Europea è entrato in vigore il divieto di testare su animali ingredienti utilizzati per cosmetici

  • Cosmesi biologica
I cosmetici Bio devono contenere almeno il 95% di estratti vegetali e provenire da agricoltura organica.
Devono essere privi di solventi chimici o sostanze sconosciute.
  • Enti certificatori dell'ecobiocompatibità
Enti privati controllano che ogni ingrediente contenuto nei prodotti sia ammesso dai disciplinari e sia per la maggior parte bio.
Non esiste un modello unico europeo ma nessuno ammette: siliconi, vasellina, parabeni, paraffina.
Tra le certificazioni più note troviamo:
ICEA ECOCERT,NATRUE, SOIL ASS,CCPB, COSMOS

  • Ipollergenico
Una crema prima di essere messa in commercio viene testata per verificare eventuali intoleranze e allergie e quindi che abbia un bassissimo potere allergizzante.Questo tuttavia, non implica che un prodotto ipoallergenico sia anche ecocompatibile infatti ne sono un esempio i siliconi che non danno problemi di allergia ma non sono neanche ecocompatibili.

  • Ecologico
Il cosmetico non deve inquinare, quindi deve essere fatto con materie prime provenienti dal mondo vegetale, chimica verde o fonti rinnovabili , inoltre il packaging deve essere più biodegradabile possibile.
  • Eco-Biologico
Oltre a essere ecologico, gli ingredienti vegetali devono provenire da coltivazioni organiche e biologiche
  • Eco-dermacompatibile
Il prodotto è ecocompaibile e ipollergenico nonchè dermatologicamente testato. Può arrecare inoltre la dicitura Bio se le materie prime vengono coltivate senza pesticidi o concimi chimici

  • Green chemistry, chmica verde
Con questo termine si indica l'utilizzo di molecole costruite in laboratorio purché biodegradabili sostenibili e non derivate dal petrolio.

Spero di esservi stata utile:)


A presto :)

Concetta


Nessun commento:

Posta un commento

Recensione:Correggimi se sbaglio di Giorgio Nardone

"Essere in sintonia con gli altri; saper chiedere quello di cui abbiamo bisogno; esprimere le proprie emozioni; non farci violare da un...