giovedì 3 agosto 2017

Se prima eravamo in due, Fausto Brizzi (recensione)

"È proprio vero che quando ti nasce un figlio non sai mai chi ti metti in casa. Poco più di un anno fa è arrivata Penelope Nina. Se prima eravamo in due è il racconto di come è andato l'inizio della nostra conoscenza e di come, piano piano, mi sono innamorato di lei. Questo nonostante occupi la stanza migliore, urli di notte, se la faccia addosso di continuo e non paghi l'affitto. Tutte cose che non perdonerei nemmeno a Scarlett Johansson, il che la dice lunga. La realtà è che ormai sono suo schiavo. Aggiungete che ho una moglie vegana, salutista e vagamente dittatoriale, e la tragedia familiare è servita".








Libro:Se prima eravamo in due
Autore:Fausto Brizzi
Casa Editrice:Einaudi
Costo:13,00E
Pagine:120
Dove comprarlo: Feltrinelli, Mondadori o Amazon
Consigliato: Assolutamente si


La mia opinione: Ho letto pareri discordati su questo libro, c'è chi afferma che è bellissimo e chi afferma esattamente il contrario.
Io affermo che ho amato ogni singola pagina di questo libro, è un libro corto, letto in neanche due ore, ma che mi ha fatto ridere di gusto mi ha fatto emozionare e mi ha lasciato alla fine solo emozioni positive.
Questo è uno di quei libri che io chiami "i libri che fanno bene " perchè anche se non insegnano nulla a livello psicologico, ti regalano un pò di allegria e di sentimenti,di quelli veri, non quelli dei romanzi rosa, i sentimenti di un padre che ha aspettato prima di fare una bambina cosi tanto che ora darebbe tutto se stesso per lei.
E' un libro bello, che fà ridere ma di gusto, è un libro sincero, leggero ma profondo perchè trasmette tutto l'amore di Brizzi per la figlia.
Io non rileggo mai i libri ma questo libro  quando sono  un pò giù l'ho rileggo perchè mi mette sempre di buon umore, anche solo rileggere qualche pagina.
Non è ovviamente una lettura impegnativa o troppo profonda come magari quella di un libro di Dacquino, ma nella sua diversità secondo me è un libro stupendo.


Spero che la recensione vi possa essere utile.

"L'unico vero modo per essere liberi è  la conoscenza" 

A presto

Concetta


Nessun commento:

Posta un commento

Recensione:L'amante Giapponese di Isabel Allende

Alma Belasco, affascinante pluriottantenne, colta e facoltosa, decide di trascorrere gli ultimi anni della sua vita a Lark house, una reside...